REGIONE ABRUZZO – GIUNTA REGIONALE: EMERGENZA COVID-19 – TRASMISSIONE ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N.2 DELL’8.03.2020

OGGETTO: Emergenza Covid-19 – DCM del 31.01.2020 – Trasmissione Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n.2 dell’8.03.2020 avente ad oggetto “Misure per il contrasto e il contenimento sul territorio regionale del diffondersi del virus COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della Legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica”.

 

L’Ing. Silvio Liberatore della Regione Abruzzo Protezione Civile, Struttura di missione per il superamento emergenze di Protezione Civile Regionali (D.G.R. 125 del 04.03.2020) comunica con nota n.746 del 08.03.2020 quanto segue: “cliccare sul seguente link per scaricare l’allegato”.

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

REGIONE ABRUZZO – GIUNTA REGIONALE: EMERGENZA COVID-19 – COMUNICAZIONE.

OGGETTO: Emergenza Covid-19 – Comunicazione.

 

L’Ing. Silvio Liberatore della Regione Abruzzo Protezione Civile, Struttura di missione per il superamento emergenze di Protezione Civile Regionali (D.G.R. 125 del 04.03.2020) comunica con nota n.745 del 06.03.2020 quanto segue: “cliccare sul seguente link per scaricare l’allegato”.

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

AGENZIA ENTRATE – SINDROME COVID-19 MISURE DI PREVENZIONE, PROTEZIONE NEGLI UFFICI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE DELL’ABRUZZO

OGGETTO: Sindrome COVID-19 – Misure di prevenzione, protezione negli Uffici dell’Agenzia delle Entrate dell’Abruzzo - Comunicazione.

 

Il Direttore Regionale dell’Abruzzo dell’Agenzia delle Entrate, Margherita Maria Calabrò, comunica quanto in oggetto.

Cliccare sul seguente link per aprire la circolare: " Comunicazione del 06.03.2020 " .

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

AGENZIA ENTRATE – ATTIVITÀ DI RECUPERO DELLE DEFORMAZIONI DELLE MAPPE CATASTALI E COSTRUZIONE DELLE CONGRUENZE TOPOLOGICHE TRA MAPPE CONTIGUE

OGGETTOProgetti straordinari di cartografia – Attività di recupero delle informazioni delle mappe catastali e costruzione delle congruenze topologiche tra mappe contigue - Comunicazione.

 

Il Direttore dell’Ufficio della Direzione Provinciale di Teramo, Ufficio Provinciale-Territorio, Sergio Quieti, comunica quanto in oggetto.

Cliccare sul seguente link per aprire la circolare: “ Comunicazione del 05.03.2020 ” .

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE GEOMETRA: CORONAVIRUS: ARRIVATO UN NUOVO DECRETO

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, è stato emanato il Nuovo Decreto del 4.3.2020.

Sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

a) sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità; è altresì differita a data successiva al termine di efficacia del presente decreto ogni altra attività convegnistica o congressuale;

b) sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all’allegato 1, lettera d);

c) sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle  sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d);

d) limitatamente al periodo intercorrente dal giorno successivo a quello di efficacia del presente decreto e fino al 15 marzo 2020, sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza; sono esclusi dalla sospensione i corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, nonché le attività delle scuole di formazione attivate presso i ministeri dell’interno e della difesa;

e) sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;

f) fermo restando quanto previsto dalla lettera d), la riammissione nei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria ai sensi del decreto del Ministro della sanità del 15 novembre 1990, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 6 dell’8 gennaio 1991, di durata superiore a cinque giorni, avviene dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti;

g) i dirigenti scolastici, sentito il collegio dei docenti, attivano, ove possibile e per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità;

h) nelle Università e nelle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, per tutta la durata della sospensione, le attività didattiche o curriculari possono essere svolte, ove possibile, con modalità a distanza, individuate dalle medesime Università e Istituzioni, avuto particolare riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità; le Università e le Istituzioni, successivamente al ripristino dell’ordinaria funzionalità, assicurano, laddove ritenuto necessario ed in ogni caso individuandone le relative modalità, il recupero delle attività formative nonché di quelle curriculari ovvero di ogni altra prova o verifica, anche intermedia, che risultino funzionali al completamento del percorso didattico;

i) a beneficio degli studenti ai quali non è consentita, per le esigenze connesse all’emergenza sanitaria di cui al presente decreto, la partecipazione alle attività didattiche o curriculari delle Università e delle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, tali attività possono essere svolte, ove possibile, con modalità a distanza, individuate dalle medesime Università e Istituzioni, avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità; le Università e le Istituzioni assicurano, laddove ritenuto necessario e in ogni caso individuandone le relative modalità, il recupero delle attività formative, nonché di quelle curriculari, ovvero di ogni altra prova o verifica, anche intermedia, che risultino funzionali al completamento del percorso didattico; le assenze maturate dagli studenti di cui alla presente lettera non sono computate ai fini della eventuale ammissione ad esami finali nonché ai fini delle relative valutazioni;

l) è fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto;

m) l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;

n) la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti; gli obblighi di informativa di cui all’articolo 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro;

o) con apposito provvedimento dirigenziale è disposta, in favore dei candidati che non hanno potuto sostenere le prove d’esame in ragione della sospensione di cui all’articolo 1, comma 1, lettera f) del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 febbraio 2020, la proroga dei termini previsti dagli articoli 121 e 122 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285;

p) tenuto conto delle indicazioni fornite dal Ministero della salute, d’intesa con il coordinatore degli interventi per il superamento dell’emergenza coronavirus, le articolazioni territoriali del Servizio sanitario nazionale assicurano al Ministero della giustizia idoneo supporto per il contenimento della diffusione del contagio del COVID-19, anche mediante adeguati presidi idonei a garantire, secondo i protocolli sanitari elaborati dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute, i nuovi ingressi negli istituti penitenziari e negli istituti penali per minorenni, con particolare riguardo ai soggetti provenienti dai comuni di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, sino al termine dello stato di emergenza.

Per altri 30 giorni, siamo chiamati ad un cambiamento dello stile di vita.

Fra le ultime indicazioni, anche quella di evitare monili mentre ci si lavano le mani, perché sono di ostacolo al corretto modo di farlo, e di evitare scambi di bottiglie e bicchieri, in particolare durante le attività sportive. Si raccomanda poi ai Comuni e alle associazioni di offrire attività ricreative individuali, magari da svolgere all'aperto.
Le persone che hanno oltre 75 anni e quelle che ne hanno più di 65 e sono ammalate sono invitate a non frequentare luoghi affollati.
Viene inoltre raccomandato a tutti di evitare, quando possibile, abbracci, baci e strette di mano, e di mantenere la distanza di un metro dalle altre person
e. 

Ciascuno di noi è chiamato a partecipare con responsabilità all’applicazione delle indicazioni impartite, per contenere la diffusione del virus.

Di seguito copia del Decreto: “ cliccare qui per scaricarlo ” .

Di seguito i suggerimenti utili per lavorare in sicurezza: “ cliccare qui per scaricare il file ” .

 

Cordiali saluti

La segreteria

AGENZIA ENTRATE – Circolare Sindrome COVID-19

OGGETTO: Sindrome COVID-19 – Misure di prevenzione, protezione negli Uffici dell’Agenzia delle Entrate dell’Abruzzo.

 

La Direzione Regionale dell’Abruzzo, Settore Servizi, Ufficio Servizi Fiscali, comunica quanto in oggetto.

Cliccare sul seguente link per aprire la circolare:  " Circolare COVID-19 ".

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE GEOMETRA: NUOVO DECRETO CON TUTTE LE MISURE DISPOSTE PER IL CORONAVIRUS.

Oggetto: Nuovo Decreto - Coronavirus con tutte le misure.

 

L’Associazione Nazionale Donne Geometra informa che è stato varato il testo del decreto della Presidenza del Consiglio del 1° Marzo per fare fronte alla diffusione del coronavirus in Italia. Il testo distingue le misure sulla base delle aree geografiche d'intervento. Nel provvedimento, viene confermata la sospensione delle attività scolastiche fino all’8 marzo nelle regioni più colpite. Inoltre in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e nelle province di Savona e Pesaro e Urbino viene introdotta la regola del droplet.

Questa prevede che venga garantita una distanza minima di un metro tra una persona e un’altra in tutti i locali pubblici. Le sedi degli ordini professionali, le aule di formazione, i locali per convegni, ecc sono luoghi di frequentazione collettiva.

Le misure previste sono di natura diversa rispetto alla zona rossa, zona gialla e il restante territorio nazionale. Infatti alla zona rossa (in Lombardia i comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; in Veneto il comune di Vò) alla zona gialla (L'Emilia Romagna, la Lombardia, il Veneto, le province di Pesaro e Urbino, Savona), si aggiungono misure per tutto il territorio nazionale.

Le varie misure sono contenute nell’opuscolo allegato unitamente alla copia del Decreto.

La zona rossa

Le misure di contenimento del virus sono: divieto di allontanamento da parte di tutti gli individui presenti; il divieto di accesso, la sospensione di manifestazioni e iniziative, la chiusura delle scuole, la sospensione dei viaggi d'istruzione, la chiusura dei musei e degli altri istituti culturali, la sospensione dell'attività dei pubblici uffici (salvo per i servizi essenziali), la sospensione delle procedure concorsuali, la chiusura di tutte le attività commerciali ad esclusione di quelle di pubblica utilità, la sospensione dei servizi di trasporto, la sospensione delle attività delle imprese ad  esclusione di quelle che erogano servizi essenziali.

La zona gialla

In questi territori sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive, le trasferte dei tifosi. Il decreto però consente lo svolgimento delle competizioni a porte chiuse. Sospese anche tutte le manifestazioni di carattere "non ordinario" comprese quelle di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso (cinema, teatri, discoteche etc.). L'apertura dei luoghi di culto sarà condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone. Le scuole di ogni e grado resteranno chiuse. I musei saranno aperti a condizione che assicurino modalità di fruizione contingentata. I concorsi pubblici sono sospesi. Bar e ristoranti potranno espletare i servizi a condizione di servire solo clienti con il posto a sedere e gli avventori dovranno restare a un metro di distanza. Ci sarà una limitazione dell'accesso dei visitatori alle strutture di degenza. Sono sospesi i congedi ordinari del personale sanitario e tecnico. Nelle province di Bergamo, Lodi, Piacenza e Cremona è prevista la chiusura nel fine settimana dei grandi centri commerciali. In Lombardia e nella provincia di Piacenza resteranno chiuse palestre, centri sportivi e termali. Gli uffici giudiziari potranno avere un orario ridotto.

Su tutto il territorio nazionale

Misure di prevenzione saranno affisse in tutte le scuole di ordine e grado. Soluzioni disinfettanti per l'igiene delle mani saranno messe a disposizione negli edifici della pubblica amministrazione e nei locali aperti al pubblico. I sindaci promuoveranno la diffusione delle informazioni nei locali commerciali. Le aziende di trasporto pubblico adotteranno interventi straordinari per la sanificazione. Nelle procedure concorsuali saranno adottate misure per ridurre i contatti tra i candidati. Chi a partire dal 14 febbraio sia tornato dalla Cina o dalla zona rossa italiana deve fornire comunicazione alla propria Asl. Vengono agevolate forme di telelavoro. Tutti i viaggi di istruzione sono sospesi fino al 15 marzo.

 

Agevolazioni previste Decreto Coronavirus ultimissime notizie:

Il ministro del Lavoro, illustrando su Facebook, le misure messe in campo nelle aree interessate dal coronavirus, ha spiegato che ci sarà anche "la sospensione del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi assicurativi fino al 30 aprile 2020''. Inoltre ci sarà una "indennità per autonomi, professionisti e collaboratori, della durata di 3 mesi e sarà parametrata sulla base dell’effettivo periodo di sospensione dell’attività''.

"Per i lavoratori del turismo di tutta Italia, sia autonomi sia dipendenti, verrà sospeso sempre fino al 30 aprile il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi assicurativi''. 

 

Inoltre arriva la sospensione per 6 mesi delle bollette di luce, gas, acqua e anche dei rifiuti per le zone colpite dal coronavirus.

 

Decreto Coronavirus 2020 novità in materia fiscale:

Ecco le ultimissime novità decreto Coronavirus in materia fiscale:

Dichiarazione dei redditi 2020 nuova scadenza 730/2020 per effetto del decreto Coronavirus varato dal governo il 28 febbraio 2020, cambia così il calendario fiscale 2020:

  • Proroga invio dati Certificazione unica 2020 all'Agenzia delle Entrate: il decreto Coronavirus ha previsto lo slittamento dal 7 marzo - 9 marzo al 31 marzo 2020 l’invio telematico delle certificazioni uniche dei lavoratori dipendenti e di tutti gli altri soggetti interessati dalla dichiarazione dei redditi precompilata.
  • nuova scadenza 730/2020 al 30 settembre 2020. Il decreto anticipa così al 2020 anziché al 2021 il nuovo termine per l'invio della dichiarazione dei redditi tramite 730 introdotto dal decreto fiscale 2020.
  • proroga fino al 31 marzo 2020 per comunicare i dati della Precompilata. Il Governo andando incontro alle difficoltà di imprese e professionisti, ha dato più tempo agli operatori per comunicare all’agenzia delle Entrate i dati necessari alla predisposizione del 730 precompilato: dai redditi percepiti dai lavoratori alle spese che danno diritto agli oneri detraibili, come ad esempio quelle per interessi passivi sui mutui o le rette di asili nido e università, per cui non più al 28 febbraio ma al 31 marzo. Dal 2021, sempre per effetto del Dl fiscale 2020, la scadenza ordinaria sarà il 16 marzo.
  • Precompilata al 5 maggio 2020: la messa a disposizione del 730 precompilato 2020 e al modello Redditi precompilato 2020 slitta dal 15 aprile al 5 maggio 2020.
  • Rimborso 730/2020: i tecnici confermano che per i rimborsi IRPEF 730 in busta paga o nel cedolino dello stipendio. non ci sarà alcun ritardo in quanto il rimborso arriverà nella prima retribuzione utile e comunque nel mese successivo alla liquidazione del modello, per cui per chi presenta il 730 a maggio si vedrà effettuare il conguaglio (a credito o a debito) nella retribuzione di giugno o, al più tardi, di luglio.

 

Nuovo decreto Coronavirus misure speciali per le imprese:

Nuovo decreto Coronavirus misure urgenti per le imprese: dopo il decreto sullo stop alle tasse, adempimenti nella zona rossa, sul tavolo dell’esecutivo è in arrivo un nuovo decreto misure speciali per le imprese

Il nuovo e terzo decreto Coronavirus contiene come già detto misure speciali per le imprese che dovranno essere sostenute attraverso anche una maggiore flessibilità sui conti da parte dell'Europa. Vanno individuati strumenti diversi per le imprese coinvolte nella zona rossa, che hanno una ricaduta più grande. E poi ci sono settori come il turismo, che deve far fronte al fatto che molte prenotazioni vengono cancellate. Alcune anche a lungo raggio, per il periodo estivo.

Uno degli elementi è garantire la necessaria liquidità alle imprese e quindi un accesso più semplificato al fondo centrale di garanzia e al fondo per le piccole e medie imprese.

Nei prossimi giorni il MISE incontrerà anche l'Abi (l'associazione bancaria italiana) per parlare della sospensione delle rate dei mutui, ci sarà l'incontro con i venditori dei servizi energetici per lo stop temporaneo del pagamento delle bollette.

Inoltre il Mise sta considerando anche l'eventuale proroga dell’entrata in vigore del "decreto crisi d’impresa" prevista per il 15 agosto in modo da dare respiro alle imprese.

Possibile anche lo stanziamento di risorse del Mise ma per capirne l'ammontare si dovrà prima determinare le zone di aiuto se la zona rossa, la zona gialla, o se verranno invece considerate anche le aziende colpite indirettamente dall'emergenza coronavirus.

Riconosciuta una indennità mensile pari a 500 euro per un massimo di 3 mesi e parametrata all’effettivo periodo di sospensione dell’attività in favore di:

  • collaboratori coordinati e continuativi;
  • titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale;
  • lavoratori autonomi;
  • professionisti,

che svolgono la loro attività lavorativa nei comuni della zona rossa o che siano residenti o domiciliati in quei comuni prima dell’entrata in vigore del decreto legge. 

 

Decreto Coronavirus 2020: sospensione tasse, adempimenti, bollette e mutui

Decreto Coronavirus: sospensione tasse, adempimenti, bollette e mutui: cosa prevede il testo? Al fine di far fronte all’emergenza Coronavirus che sta condizionando numerosi aspetti della vita quotidiana dei cittadini, il Governo è pronto a varare ulteriori misure emergenziali. Oltre quindi al decreto Coronavirus già pubblicato in Gazzetta Ufficiale che ha previsto misure di contenimento nei Comuni focolaio e la sospensione delle attività scolastiche, cinema, chiese, ecc…. nelle Regioni colpite dal contagio Coronavirus, è in arrivo un secondo decreto legge che il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta per emanare grazie al quale cui verranno sospesi gli adempimenti fiscali e tributari nelle zone interessate dai provvedimenti restrittivi adottati dal Governo e dagli enti locali.

In particolare, il decreto Coronavirus per l’Economia prevede:

  • sospensione degli adempimenti fiscali e del lavoro, con contestuale “proroga” - tecnicamente si tratta di una rimessione in termini - di quelli in scadenza durante il periodo di validità dei provvedimenti restrittivi varati dal Governo e dagli enti locali;
  • sospensione del pagamento delle bollette elettriche e delle utenze in generale per 6 mesi;
  • approvazione di facilitazioni per l’accesso delle imprese coinvolte dall’emergenza Coronavirus al Fondo di garanzia per le Pmi;
  • introduzione di contributi straordinari per la ripresa delle attività, una volta accertati i danni;
  • sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui bancari.
  • attivazione di strumenti a sostegno del reddito, come CIG ordinaria, fondo di integrazione salariale o Cig in deroga per le aziende con meno di 6 dipendenti.
  • Sospensione cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e quelli conseguenti ad accertamenti esecutivi. Il decreto, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, riguarda i versamenti e gli adempimenti aventi scadenza tra il 21 febbraio e il 31 marzo 2020.

Il provvedimento di cui sopra interesserà i Comuni destinatari dei provvedimenti di cui sopra sono:

  • in Lombardia Bertonico (LO) Casalpusterlengo (LO) Castelgerundo (LO) Castiglione D'Adda (LO) Codogno (LO) Fombio (LO) Maleo (LO) San Fiorano (LO) Somaglia (LO) Terranova dei Passerini (LO); 
  • in Veneto Vo' (PD).

 

Di seguito opuscolo esplicativo con il decreto del 1° marzo 2020:  " Decreto 1 marzo " .

 

 

Cordiali saluti

La Segreteria

CORONAVIRUS: UNA GUIDA OPERATIVA PER I TECNICI CON LE MISURE DI PREVENZIONE, I DECRETI, LE ORDINANZE, SANZIONI

CORONAVIRUS: UNA GUIDA OPERATIVA PER I TECNICI CON LE MISURE DI PREVENZIONE, I DECRETI, LE ORDINANZE, SANZIONI

Mentre il bilancio mondiale del Coronavirus sale a più di 2.400 vittime, l’Italia affronta la prima vera emergenza legata al Covid-19.

Per confinare il contagio sono state chiuse le scuole, dai nidi alle università, i teatri, i cinema, i musei, i luoghi di aggregazione.

Sospese le manifestazioni pubbliche di carattere sportivo, culturale e ludico.

Molte iniziative sono in corso anche nel settore delle libere professioni.

Sospese molte attività, chiusi i Collegi territoriali delle zone maggioramene colpite. Il CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI ha rinviato tavoli di lavoro, che obbligavano lo spostamento dei referenti provenienti da ogni parte d'Italia.

I tecnici, che non riescono a rinviare sopralluoghi nei cantieri, sono chiamati alla massima cautela e prudenza, utilizzando i dispositivi di protezione individuali e rispettando le indicazioni impartite dal Ministero della Salute.

Da evitare laddove possibile le riunioni di più persone in studio o in ambienti chiusi e la frequentazione degli Uffici affollati, oltre le riunioni di Condominio.

Tossire nel gomito, evitare di abbracciare, di dare la mano per il saluto.

Non toccarsi gli occhi e la bocca.

Rispettare i 2 metri di distanza dalle persone.

Lavarsi sempre le mani!

Pulire le superfici con cloro e alcool.

E tanto altro ancora!

E’ possibile scaricare la guida al seguente link: https://www.donnegeometra.it/wp-content/uploads/2020/02/VADEMECUM_CORONAVIRUS.pdf  

 

Cordiali saluti

 

La Segreteria 

 

Tassa iscrizione Albo anno 2020 SCADENZA 28.02.2020

Ricordiamo, per chi non avesse già provveduto, che è in scadenza il pagamento della quota di iscrizione all’Albo professionale anno 2020.

Per l’anno 2020 la quota di iscrizione all’Albo professionale è stata confermata in € 180,00.

La quota dovrà essere corrisposta in un'unica soluzione entro il 28 febbraio 2020.

Da quest’anno il pagamento dovrà essere effettuato tramite il sistema unico per i pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione - PagoPA, di cui all’art. 5, comma 5 bis del D.Lgs. 7 marzo 2005, n° 82, come modificato dal D.L. 179/2012, convertito in L. n° 221/2012, in funzione dal 1 Gennaio 2020.

Il pagamento tramite PagoPA può essere effettuato presso una delle strutture di seguito elencate:

-        sportelli bancari;

-        home banking;

-        sportelli ATM bancomat abilitati;

-        punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5.

News Collegio Geometri Teramo: aggiornamento modulistica

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Teramo

Via A. De Albentiis, n.12 – 64100 TERAMO (TE)

Tel.: 0861/248620 - e-mail: info@collegiogeometriteramo.it

sito: www.collegiogeometriteramo.it - pec: collegio.teramo@geopec.it

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Si comunica che sul sito del ns. Collegio è stata aggiornata la sezione modulistica disponibile nei link sotto riportati:

1)     http://www.collegiogeometriteramo.it/documenti/modulistica/moduli-collegio ;

2)    http://www.collegiogeometriteramo.it/documenti/modulistica/parcelle .

Si prega di prenderne visione e si comunica altresì che da venerdì 14 febbraio 2020 non verrà più accettata la vecchia modulistica.

 

Infine si informa che nella sezione Catasto sono stati inseriti dei documenti aggiornati consultabili nel link sotto riportato:

3)    http://www.collegiogeometriteramo.it/documenti/modulistica/catasto .

 

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

CNGeGL: Circolare Esame rev sessione primavera 2020.

Oggetto: REV - termine presentazione domande per sessione esame antecedente la prossima Assemblea Generale TEGoVA.

 

Il CNGeGL con circolare del 5 febbraio 2020, prot. n.1699 informa che è fissato al 14 marzo 2020 il termine ultimo per la presentazione delle domande d’esame REV, del quale a breve verrà resa nota la data. Pertanto, entro e non oltre tale termine gli interessati dovranno compilare ed inviare la domanda on line, sul sito: www.rev.cng.it .

Le domande che perverranno oltre il termine sopra indicato non saranno prese in considerazione per l’attuale sessione ma saranno esaminate nella sessione d’esame successiva all’Assemblea Generale TEGoVA del 15-16 maggio 2020, che presumibilmente avrà luogo nell’autunno del corrente anno.

 

Cordiali saluti

 

La Segreteria del Collegio

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Navigando il sito acconsenti all'utilizzo dei cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.