AGENZIA ENTRATE – Circolare Sindrome COVID-19

OGGETTO: Sindrome COVID-19 – Misure di prevenzione, protezione negli Uffici dell’Agenzia delle Entrate dell’Abruzzo.

 

La Direzione Regionale dell’Abruzzo, Settore Servizi, Ufficio Servizi Fiscali, comunica quanto in oggetto.

Cliccare sul seguente link per aprire la circolare:  " Circolare COVID-19 ".

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE GEOMETRA: NUOVO DECRETO CON TUTTE LE MISURE DISPOSTE PER IL CORONAVIRUS.

Oggetto: Nuovo Decreto - Coronavirus con tutte le misure.

 

L’Associazione Nazionale Donne Geometra informa che è stato varato il testo del decreto della Presidenza del Consiglio del 1° Marzo per fare fronte alla diffusione del coronavirus in Italia. Il testo distingue le misure sulla base delle aree geografiche d'intervento. Nel provvedimento, viene confermata la sospensione delle attività scolastiche fino all’8 marzo nelle regioni più colpite. Inoltre in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e nelle province di Savona e Pesaro e Urbino viene introdotta la regola del droplet.

Questa prevede che venga garantita una distanza minima di un metro tra una persona e un’altra in tutti i locali pubblici. Le sedi degli ordini professionali, le aule di formazione, i locali per convegni, ecc sono luoghi di frequentazione collettiva.

Le misure previste sono di natura diversa rispetto alla zona rossa, zona gialla e il restante territorio nazionale. Infatti alla zona rossa (in Lombardia i comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; in Veneto il comune di Vò) alla zona gialla (L'Emilia Romagna, la Lombardia, il Veneto, le province di Pesaro e Urbino, Savona), si aggiungono misure per tutto il territorio nazionale.

Le varie misure sono contenute nell’opuscolo allegato unitamente alla copia del Decreto.

La zona rossa

Le misure di contenimento del virus sono: divieto di allontanamento da parte di tutti gli individui presenti; il divieto di accesso, la sospensione di manifestazioni e iniziative, la chiusura delle scuole, la sospensione dei viaggi d'istruzione, la chiusura dei musei e degli altri istituti culturali, la sospensione dell'attività dei pubblici uffici (salvo per i servizi essenziali), la sospensione delle procedure concorsuali, la chiusura di tutte le attività commerciali ad esclusione di quelle di pubblica utilità, la sospensione dei servizi di trasporto, la sospensione delle attività delle imprese ad  esclusione di quelle che erogano servizi essenziali.

La zona gialla

In questi territori sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive, le trasferte dei tifosi. Il decreto però consente lo svolgimento delle competizioni a porte chiuse. Sospese anche tutte le manifestazioni di carattere "non ordinario" comprese quelle di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso (cinema, teatri, discoteche etc.). L'apertura dei luoghi di culto sarà condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone. Le scuole di ogni e grado resteranno chiuse. I musei saranno aperti a condizione che assicurino modalità di fruizione contingentata. I concorsi pubblici sono sospesi. Bar e ristoranti potranno espletare i servizi a condizione di servire solo clienti con il posto a sedere e gli avventori dovranno restare a un metro di distanza. Ci sarà una limitazione dell'accesso dei visitatori alle strutture di degenza. Sono sospesi i congedi ordinari del personale sanitario e tecnico. Nelle province di Bergamo, Lodi, Piacenza e Cremona è prevista la chiusura nel fine settimana dei grandi centri commerciali. In Lombardia e nella provincia di Piacenza resteranno chiuse palestre, centri sportivi e termali. Gli uffici giudiziari potranno avere un orario ridotto.

Su tutto il territorio nazionale

Misure di prevenzione saranno affisse in tutte le scuole di ordine e grado. Soluzioni disinfettanti per l'igiene delle mani saranno messe a disposizione negli edifici della pubblica amministrazione e nei locali aperti al pubblico. I sindaci promuoveranno la diffusione delle informazioni nei locali commerciali. Le aziende di trasporto pubblico adotteranno interventi straordinari per la sanificazione. Nelle procedure concorsuali saranno adottate misure per ridurre i contatti tra i candidati. Chi a partire dal 14 febbraio sia tornato dalla Cina o dalla zona rossa italiana deve fornire comunicazione alla propria Asl. Vengono agevolate forme di telelavoro. Tutti i viaggi di istruzione sono sospesi fino al 15 marzo.

 

Agevolazioni previste Decreto Coronavirus ultimissime notizie:

Il ministro del Lavoro, illustrando su Facebook, le misure messe in campo nelle aree interessate dal coronavirus, ha spiegato che ci sarà anche "la sospensione del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi assicurativi fino al 30 aprile 2020''. Inoltre ci sarà una "indennità per autonomi, professionisti e collaboratori, della durata di 3 mesi e sarà parametrata sulla base dell’effettivo periodo di sospensione dell’attività''.

"Per i lavoratori del turismo di tutta Italia, sia autonomi sia dipendenti, verrà sospeso sempre fino al 30 aprile il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi assicurativi''. 

 

Inoltre arriva la sospensione per 6 mesi delle bollette di luce, gas, acqua e anche dei rifiuti per le zone colpite dal coronavirus.

 

Decreto Coronavirus 2020 novità in materia fiscale:

Ecco le ultimissime novità decreto Coronavirus in materia fiscale:

Dichiarazione dei redditi 2020 nuova scadenza 730/2020 per effetto del decreto Coronavirus varato dal governo il 28 febbraio 2020, cambia così il calendario fiscale 2020:

  • Proroga invio dati Certificazione unica 2020 all'Agenzia delle Entrate: il decreto Coronavirus ha previsto lo slittamento dal 7 marzo - 9 marzo al 31 marzo 2020 l’invio telematico delle certificazioni uniche dei lavoratori dipendenti e di tutti gli altri soggetti interessati dalla dichiarazione dei redditi precompilata.
  • nuova scadenza 730/2020 al 30 settembre 2020. Il decreto anticipa così al 2020 anziché al 2021 il nuovo termine per l'invio della dichiarazione dei redditi tramite 730 introdotto dal decreto fiscale 2020.
  • proroga fino al 31 marzo 2020 per comunicare i dati della Precompilata. Il Governo andando incontro alle difficoltà di imprese e professionisti, ha dato più tempo agli operatori per comunicare all’agenzia delle Entrate i dati necessari alla predisposizione del 730 precompilato: dai redditi percepiti dai lavoratori alle spese che danno diritto agli oneri detraibili, come ad esempio quelle per interessi passivi sui mutui o le rette di asili nido e università, per cui non più al 28 febbraio ma al 31 marzo. Dal 2021, sempre per effetto del Dl fiscale 2020, la scadenza ordinaria sarà il 16 marzo.
  • Precompilata al 5 maggio 2020: la messa a disposizione del 730 precompilato 2020 e al modello Redditi precompilato 2020 slitta dal 15 aprile al 5 maggio 2020.
  • Rimborso 730/2020: i tecnici confermano che per i rimborsi IRPEF 730 in busta paga o nel cedolino dello stipendio. non ci sarà alcun ritardo in quanto il rimborso arriverà nella prima retribuzione utile e comunque nel mese successivo alla liquidazione del modello, per cui per chi presenta il 730 a maggio si vedrà effettuare il conguaglio (a credito o a debito) nella retribuzione di giugno o, al più tardi, di luglio.

 

Nuovo decreto Coronavirus misure speciali per le imprese:

Nuovo decreto Coronavirus misure urgenti per le imprese: dopo il decreto sullo stop alle tasse, adempimenti nella zona rossa, sul tavolo dell’esecutivo è in arrivo un nuovo decreto misure speciali per le imprese

Il nuovo e terzo decreto Coronavirus contiene come già detto misure speciali per le imprese che dovranno essere sostenute attraverso anche una maggiore flessibilità sui conti da parte dell'Europa. Vanno individuati strumenti diversi per le imprese coinvolte nella zona rossa, che hanno una ricaduta più grande. E poi ci sono settori come il turismo, che deve far fronte al fatto che molte prenotazioni vengono cancellate. Alcune anche a lungo raggio, per il periodo estivo.

Uno degli elementi è garantire la necessaria liquidità alle imprese e quindi un accesso più semplificato al fondo centrale di garanzia e al fondo per le piccole e medie imprese.

Nei prossimi giorni il MISE incontrerà anche l'Abi (l'associazione bancaria italiana) per parlare della sospensione delle rate dei mutui, ci sarà l'incontro con i venditori dei servizi energetici per lo stop temporaneo del pagamento delle bollette.

Inoltre il Mise sta considerando anche l'eventuale proroga dell’entrata in vigore del "decreto crisi d’impresa" prevista per il 15 agosto in modo da dare respiro alle imprese.

Possibile anche lo stanziamento di risorse del Mise ma per capirne l'ammontare si dovrà prima determinare le zone di aiuto se la zona rossa, la zona gialla, o se verranno invece considerate anche le aziende colpite indirettamente dall'emergenza coronavirus.

Riconosciuta una indennità mensile pari a 500 euro per un massimo di 3 mesi e parametrata all’effettivo periodo di sospensione dell’attività in favore di:

  • collaboratori coordinati e continuativi;
  • titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale;
  • lavoratori autonomi;
  • professionisti,

che svolgono la loro attività lavorativa nei comuni della zona rossa o che siano residenti o domiciliati in quei comuni prima dell’entrata in vigore del decreto legge. 

 

Decreto Coronavirus 2020: sospensione tasse, adempimenti, bollette e mutui

Decreto Coronavirus: sospensione tasse, adempimenti, bollette e mutui: cosa prevede il testo? Al fine di far fronte all’emergenza Coronavirus che sta condizionando numerosi aspetti della vita quotidiana dei cittadini, il Governo è pronto a varare ulteriori misure emergenziali. Oltre quindi al decreto Coronavirus già pubblicato in Gazzetta Ufficiale che ha previsto misure di contenimento nei Comuni focolaio e la sospensione delle attività scolastiche, cinema, chiese, ecc…. nelle Regioni colpite dal contagio Coronavirus, è in arrivo un secondo decreto legge che il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta per emanare grazie al quale cui verranno sospesi gli adempimenti fiscali e tributari nelle zone interessate dai provvedimenti restrittivi adottati dal Governo e dagli enti locali.

In particolare, il decreto Coronavirus per l’Economia prevede:

  • sospensione degli adempimenti fiscali e del lavoro, con contestuale “proroga” - tecnicamente si tratta di una rimessione in termini - di quelli in scadenza durante il periodo di validità dei provvedimenti restrittivi varati dal Governo e dagli enti locali;
  • sospensione del pagamento delle bollette elettriche e delle utenze in generale per 6 mesi;
  • approvazione di facilitazioni per l’accesso delle imprese coinvolte dall’emergenza Coronavirus al Fondo di garanzia per le Pmi;
  • introduzione di contributi straordinari per la ripresa delle attività, una volta accertati i danni;
  • sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui bancari.
  • attivazione di strumenti a sostegno del reddito, come CIG ordinaria, fondo di integrazione salariale o Cig in deroga per le aziende con meno di 6 dipendenti.
  • Sospensione cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e quelli conseguenti ad accertamenti esecutivi. Il decreto, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, riguarda i versamenti e gli adempimenti aventi scadenza tra il 21 febbraio e il 31 marzo 2020.

Il provvedimento di cui sopra interesserà i Comuni destinatari dei provvedimenti di cui sopra sono:

  • in Lombardia Bertonico (LO) Casalpusterlengo (LO) Castelgerundo (LO) Castiglione D'Adda (LO) Codogno (LO) Fombio (LO) Maleo (LO) San Fiorano (LO) Somaglia (LO) Terranova dei Passerini (LO); 
  • in Veneto Vo' (PD).

 

Di seguito opuscolo esplicativo con il decreto del 1° marzo 2020:  " Decreto 1 marzo " .

 

 

Cordiali saluti

La Segreteria

CORONAVIRUS: UNA GUIDA OPERATIVA PER I TECNICI CON LE MISURE DI PREVENZIONE, I DECRETI, LE ORDINANZE, SANZIONI

CORONAVIRUS: UNA GUIDA OPERATIVA PER I TECNICI CON LE MISURE DI PREVENZIONE, I DECRETI, LE ORDINANZE, SANZIONI

Mentre il bilancio mondiale del Coronavirus sale a più di 2.400 vittime, l’Italia affronta la prima vera emergenza legata al Covid-19.

Per confinare il contagio sono state chiuse le scuole, dai nidi alle università, i teatri, i cinema, i musei, i luoghi di aggregazione.

Sospese le manifestazioni pubbliche di carattere sportivo, culturale e ludico.

Molte iniziative sono in corso anche nel settore delle libere professioni.

Sospese molte attività, chiusi i Collegi territoriali delle zone maggioramene colpite. Il CONSIGLIO NAZIONALE GEOMETRI ha rinviato tavoli di lavoro, che obbligavano lo spostamento dei referenti provenienti da ogni parte d'Italia.

I tecnici, che non riescono a rinviare sopralluoghi nei cantieri, sono chiamati alla massima cautela e prudenza, utilizzando i dispositivi di protezione individuali e rispettando le indicazioni impartite dal Ministero della Salute.

Da evitare laddove possibile le riunioni di più persone in studio o in ambienti chiusi e la frequentazione degli Uffici affollati, oltre le riunioni di Condominio.

Tossire nel gomito, evitare di abbracciare, di dare la mano per il saluto.

Non toccarsi gli occhi e la bocca.

Rispettare i 2 metri di distanza dalle persone.

Lavarsi sempre le mani!

Pulire le superfici con cloro e alcool.

E tanto altro ancora!

E’ possibile scaricare la guida al seguente link: https://www.donnegeometra.it/wp-content/uploads/2020/02/VADEMECUM_CORONAVIRUS.pdf  

 

Cordiali saluti

 

La Segreteria 

 

Tassa iscrizione Albo anno 2020 SCADENZA 28.02.2020

Ricordiamo, per chi non avesse già provveduto, che è in scadenza il pagamento della quota di iscrizione all’Albo professionale anno 2020.

Per l’anno 2020 la quota di iscrizione all’Albo professionale è stata confermata in € 180,00.

La quota dovrà essere corrisposta in un'unica soluzione entro il 28 febbraio 2020.

Da quest’anno il pagamento dovrà essere effettuato tramite il sistema unico per i pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione - PagoPA, di cui all’art. 5, comma 5 bis del D.Lgs. 7 marzo 2005, n° 82, come modificato dal D.L. 179/2012, convertito in L. n° 221/2012, in funzione dal 1 Gennaio 2020.

Il pagamento tramite PagoPA può essere effettuato presso una delle strutture di seguito elencate:

-        sportelli bancari;

-        home banking;

-        sportelli ATM bancomat abilitati;

-        punti vendita di SISAL, Lottomatica e Banca 5.

News Collegio Geometri Teramo: aggiornamento modulistica

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Teramo

Via A. De Albentiis, n.12 – 64100 TERAMO (TE)

Tel.: 0861/248620 - e-mail: info@collegiogeometriteramo.it

sito: www.collegiogeometriteramo.it - pec: collegio.teramo@geopec.it

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Si comunica che sul sito del ns. Collegio è stata aggiornata la sezione modulistica disponibile nei link sotto riportati:

1)     http://www.collegiogeometriteramo.it/documenti/modulistica/moduli-collegio ;

2)    http://www.collegiogeometriteramo.it/documenti/modulistica/parcelle .

Si prega di prenderne visione e si comunica altresì che da venerdì 14 febbraio 2020 non verrà più accettata la vecchia modulistica.

 

Infine si informa che nella sezione Catasto sono stati inseriti dei documenti aggiornati consultabili nel link sotto riportato:

3)    http://www.collegiogeometriteramo.it/documenti/modulistica/catasto .

 

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

CNGeGL: Circolare Esame rev sessione primavera 2020.

Oggetto: REV - termine presentazione domande per sessione esame antecedente la prossima Assemblea Generale TEGoVA.

 

Il CNGeGL con circolare del 5 febbraio 2020, prot. n.1699 informa che è fissato al 14 marzo 2020 il termine ultimo per la presentazione delle domande d’esame REV, del quale a breve verrà resa nota la data. Pertanto, entro e non oltre tale termine gli interessati dovranno compilare ed inviare la domanda on line, sul sito: www.rev.cng.it .

Le domande che perverranno oltre il termine sopra indicato non saranno prese in considerazione per l’attuale sessione ma saranno esaminate nella sessione d’esame successiva all’Assemblea Generale TEGoVA del 15-16 maggio 2020, che presumibilmente avrà luogo nell’autunno del corrente anno.

 

Cordiali saluti

 

La Segreteria del Collegio

 

Problematiche Agenzia delle Entrate - Ufficio Territorio di Teramo. Incontro presso il Collegio per il 30.01.2020 ore 9:30

INVITO AGLI ISCRITTI

Con la presente avvisiamo che è programmato per il giorno giovedì 30 gennaio 2020 alle ore 9:30 un incontro, riservato agli iscritti al Collegio, per segnalare e discutere sulle problematiche che quotidianamente si riscontrano presso gli uffici dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Territorio di Teramo.

Considerate le dimensioni della sala corsi del Collegio, la riunione è per le prime 35 persone che prenotano inviando una mail a info@collegiogeometriteramo.it entro il 25.01.2020.

Per chi non potesse partecipare è possibile inviare una mail, sempre all'indirizzo suindicato, entro e non oltre il 27.01.2020, per esporre le problematiche riscontrate, così che le stesse saranno comunque affrontate in sede di riunione.

L'evento è gratuito.

Non sono previsti crediti formativi.

Tributi per ricongiungimento di usufrutto

Comunichiamo che, a seguito di incontri svolti dai rappresentanti del Collegio, i tributi per il ricongiungimento di usufrutto sono dovuti una sola volta anche nel caso di quote e titolarità diversa per la nuda proprietà.

 

 

 

 

Rinnovata anche per l'anno 2020 la Convenzione Collegio Geometri Teramo e BETAFORMAZIONE

Avvisiamo che è stata rinnovata, anche per l'anno 2020, la convenzione Collegio Geometri Teramo e BetaFormazione:

Con soli € 145,00 (iva compresa)all’anno sarà possibile accedere liberamente alla nostra piattaforma per 12 mesi e i corsi disponibili (oltre 100) si potranno fruire illimitatamente e senza costi aggiuntivi;

  -        NO TACITO RINNOVO, recesso senza vincoli o penali;

  -        dal momento della sottoscrizione, tutti i corsi disponibili saranno attivati per 12 mesi  e sceglie il discente quando iniziarli;

 

 la quota di € 145,00 (iva compresa) all’anno comprende (senza alcun altro costo aggiuntivo):

  -        Garanzia soddisfatti o rimborsati;

 -        Consulente personale per qualsiasi informazione in merito al servizio;

 -        Assistenza didattica per quesiti inerenti i contenuti dei corsi;

 -        Materiale didattico sempre disponibile e direttamente scaricabile dalla piattaforma;

 -        Assistenza tecnica con intervento garantito entro 30 minuti;

 -         La fruizione di tutti i nostri corsi (tutti, non cadauno)

 -         Attivazione automatica dei nuovi corsi prodotti durante i 12 mesi;

 -         Esame finale in aula (ove previsto);

 -         Invio dell’attestato di frequenza in formato digitale;

 -         Riconoscimento dei CFP (ove previsto);

 

 come fare per aderire:

  -        Compilare e firmare il modulo “Adesione alla Formazione Continua”, e inviare le prime due pagine all’indirizzo livecchi@betaformazione.com o al fax 0545.030139

-        Attendere ricezione della fattura, quindi effettuare il pagamento e inviarne copia all’indirizzo livecchi@betaformazione.com o al fax 0545.030139

MODULO DI ADESIONE: Modello BetaFormazione 2020

GUIDA: GUIDA FORMAZIONE 2020

Carte IGM di tutta l’Italia on line

Il Ministero dell’Ambiente ha messo a disposizione, gratuitamente, per tutti, tutta la cartografia ufficiale IGM al 25000, 100000 e 250000 e molte altre carte. Tutto questo sul Geoportale Nazionale, che contiene anche altri servizi interessanti, quali la trasformazione di coordinate.

Le carte sono sovrapponibili in trasparenza alle viste da satellite e sono navigabili con vari strumenti messi a disposizione.

E’ possibile anche riprendere misure di lunghezze ed aree.

Complessivamente, su tutto il territorio nazionale, sono disponibili le seguenti carte:

– Servizi di rete 

– Carta IGM scala 1:25000 – Regioni zona WGS84-UTM33 – Metadati risorsa on-line – WMS 1.3.0 – Formato Tiff – Viewer

– Carta IGM scala 100.000 – Regioni zona WGS84-UTM33 – Metadati risorsa on-line – WMS 1.3.0 – Formato Tiff – Viewer

– Carta IGM scala 1:250000 – WMS – Metadati risorsa on-line – WMS 1.3.0 – Formato Tiff

– Atlante De Agostini

– Aree studio per l’analisi di dissesto

– Habitat a rischio

– Incendi 2001-2005

– Modelli di sombustibile

– Rischio Incendi

– Desertificazione

– Catalogo Frane

– Progetto coste 

– Catalogo WMS

– Catalogo CSW

– Catalogo WFS

– Prodotti LiDAR – Regione Sicilia

Tutti questi elementi rappresentano dei lucidi che possono essere attivati o disattivati e ne può essere controllata la percentuale di trasparenza.

La cartografia è dotata anche di una funzione di ricerca, per individuare rapidamente una zona tramite i toponimi.  

Il Geoportale Nazionale consente a chiunque disponga di un collegamento Internet – studiosi, ricercatori, amministratori, privati cittadini – di visualizzare ed utilizzare senza alcun onere la cartografia di proprio interesse, selezionandola proprio come se si trovasse sugli scaffali di una biblioteca.

Possono essere individuate due tipologie di utenti finali del GN. Alla prima appartengono tutti coloro interessati ad una semplice visualizzazione della cartografia disponibile, che può essere consultata esattamente come si sfoglia un libro. Alla seconda appartengono coloro che, per professione o per studio, hanno necessità di elaborare i dati territoriali e ambientali presenti sul Portale e lo possono fare grazie ai servizi WMSWFS e WCS messi a disposizione e che consentono l’interoperabilità dei dati.

Di seguito indichiamo il link dove visionare la notizia e i relativi collegamenti: https://coseerobe.gbvitrano.it/carte-igm-di-tutta-litalia-on-line.html

 

Rilasciato PREGEO 10.6.1 APAG 2.12, novità e download veloce

La nuova versione di PREGEO, rilasciata alla fine dello scorso dicembre dall'Agenzia delle Entrate, mira tra le altre cose ad agevolare la predisposizione degli atti di aggiornamento e introduce nel contempo un nuovo atto di aggiornamento.

Lo scorso 30 Dicembre, a ridosso del nuovo anno, l'Agenzia delle Entrate ha rilasciato un'importante aggiornamento di PREGEO 10.6.1. Il nuovo APAG 2.12 porta con sè tutta una serie di novità che mirano a semplificare il lavoro del tecnico.

Nel dettaglio in questa versione troviamo:

1.    Implementazione di nuove funzionalità e servizi per agevolare la predisposizione degli atti di aggiornamento

2.    integrazioni di controlli direttamente all'interno di PREGEO in preparazione della migrazione sulla nuova piattaforma SIT che andrà a sostituire l'attuale Territorio Web.

3.    Nell'ambito della Macro-Categoria speciale introduzione di un nuovo atto di aggiornamento denominato RT (Rappresentazione Particolarità Topografiche)

4.    Estensione della modalità telematica di trasmissione alla quasi totalità degli atti geometrici di aggiornamento.

In merito al punto uno inoltre sarà possibile su Sister richiedere il libretto delle misure di un atto geometrico approvato.

La nuova versione di PREGEO entrerà ufficialmente in vigore il 7 gennaio e tutti i nuovi atti di aggiornamento dovranno essere predisposti con tale versione, anche se sarà possibile usare anche la precedente fino al 30 Giugno 2020.

Il nuovo software può essere scaricato dal sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/schede/fabbricatiterreni/aggiornamento-catasto-terreni-pregeo/software-pregeo

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Navigando il sito acconsenti all'utilizzo dei cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.