COVID-19 - Comunicazione

Prot. n.:427/2020 del 14.03.2020

       

 

OGGETTO: COVID-19 - Comunicazione.

                                                                                                                                                                                                                                             

Nello spirito di collaborazione che ha sempre contraddistinto il geometra, si invitano gli iscritti, in questo momento di particolare emergenza nazionale, a rispettare i provvedimenti imposti dagli ultimi D.P.C.M., per cui si comunica che la Segreteria del Collegio fino al 25 marzo 2020, applicherà le seguenti disposizioni:

- gli uffici rimarranno chiusi al pubblico da lunedì p.v. fino al 25 marzo;

la Segreteria è reperibile esclusivamente a mezzo e-mail e pec;

per urgenze, si invitano gli iscritti a prenotare l’appuntamento via e-mail, aspettare la conferma, per il martedì e giovedì dalle ore 10:00 alle ore 12:00;

 - utilizzare i sistemi informatici della Segreteria per le informazioni e/o richieste di pratiche personali;

sono sospese fino a data da destinarsi le attività di formazione organizzate dal Collegio.

Di seguito la comunicazione:  " Covid-19 - Comunicazione del 14.03.2020 " . 

 

 

Cordiali saluti

 

La Segreteria del Collegio

COVID-19: INFORMAZIONI IMPORTANTI

Per opportuna conoscenza, di seguito riportiamo:

 

1) " Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale del 09.03.2020 ";

2) Riepilogo “cosa fare fino al 3 aprile”;

3) " Modello auto-dichiarazione D.P.C.M. 9 MARZO 2020 in formato word ";

4) Le regole per gli spostamenti in formato pdf del Ministero degli Interni.

 Si comunica che in data 17.03.2020 è stato aggiornato il file relativo al "Modello auto-dichiarazione D.P.C.M.", di seguito il nuovo modello che sostituisce quello al punto "3)" :  " MODELLO AUTO-DICHIARAZIONE AGGIORNATO " .

Si comunica nuovamente che in data 23.03.2020 è stato aggiornato il file relativo al "Modello auto-dichiarazione D.P.C.M.", di seguito il nuovo modello che sostituisce quelli precedenti:  " MODELLO AUTO-DICHIARAZIONE - aggiornato al 23.03.20 " .

Si comunica nuovamente che in data 26.03.2020 è stato aggiornato il file relativo al "Modello auto-dichiarazione D.P.C.M.", di seguito il nuovo modello che sostituisce quelli precedenti:  " MODELLO AUTO-DICHIARAZIONE - aggiornato al 26.03.20 " .

Si comunica nuovamente che dal 04.05.2020 è in vigore un nuovo file relativo al "Modello auto-dichiarazione D.P.C.M.", di seguito il nuovo modello editabile che sostituisce quelli precedenti: " MODELLO AUTO-DICHIARAZIONE - aggiornato al 04.05.20 " .

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

AGENZIA ENTRATE – SINDROME COVID-19 MISURE DI PREVENZIONE, PROTEZIONE NEGLI UFFICI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE: “VOLTURE TRASMISSIONI NON IN UFFICIO”

L’Ufficio della Direzione Provinciale di Teramo, comunica quanto segue:

 

COSTI DEL SERVIZIO

Per presentare ogni domanda di voltura si versano 55,00 euro a titolo di tributo speciale catastale, a cui si aggiungono 16,00 euro di imposta di bollo per ogni 4 pagine della domanda.

 

MODALITA’ DI TRASMISSIONE

La dichiarazione può essere spedita per posta raccomandata o per posta elettronica certificata all'indirizzo Pec dell'Ufficio Provinciale-Territorio competente: dp.teramo@pce.agenziaentrate.it .

In caso di spedizione postale per posta raccomandata occorre allegare al modello di domanda di voltura opportunamente sottoscritto in originale:

- la ricevuta del pagamento della somma dovuta eseguito su conto corrente postale dell’ufficio o tramite il modello F24 Elide, oppure apporre sulla domanda di volture i contrassegni “marca servizi” e “marca da bollo”, disponibili presso i rivenditori autorizzati. Al riguardo, si precisa che la “marca servizi” va utilizzata per versare i tributi speciali catastali, mentre la “marca da bollo” per corrispondere l’imposta di bollo;

- la fotocopia di un documento di identità valido;

-  una busta affrancata per la restituzione della ricevuta;

- il proprio recapito (posta elettronica, numero telefonico) e il domicilio per eventuali comunicazioni.

 

In caso di trasmissione per posta elettronica certificata è possibile pagare esclusivamente attraverso il versamento su conto corrente postale dell’ufficio o tramite il modello F24 Elide e si dovrà inviare la stessa documentazione (ad eccezione della busta affrancata) scansionata in formato “pdf”, (gli allegati non devono superare complessivamente la dimensione di 3 megabyte).

Inoltre, è possibile inviare anche il file informatico in formato “.dat” prodotto con Voltura 1.1.

In entrambi i casi è possibile delegare un'altra persona alla presentazione della domanda. In questo caso, è necessario allegare alla documentazione anche la delega oppure la lettera di incarico professionale firmata dal dichiarante e dal tecnico designato e copia, in carta libera, di un documento di identità del dichiarante.

 

INDICAZIONI GENERALI PER IL PAGAMENTO

Conto corrente postale dell’ufficio: IT72D0760115300001016423129

Per il modello F24 Elide: codice Ufficio KA7, codice T98T (tributo speciale catastale) e T91T (imposta di bollo).

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

AGENZIA ENTRATE – VADEMECUM DOCFA

 

OGGETTOVademecum DOCFA.

 

Il Direttore Regionale dell’Abruzzo dell’Agenzia delle Entrate, Margherita Maria Calabrò, comunica che trasmette di seguito l’allegato Vademecum DOCFA, elaborato sulla base delle esperienze dei funzionari dell’Agenzia delle Entrate dell’Abruzzo e del Molise, allo scopo di fornire un supporto ai professionisti nella redazione degli atti di accettazione e registrazione in banca dati degli atti di aggiornamento catastale.

L’intento è stato quello di fornire uno strumento di consultazione per la risoluzione delle problematiche più frequenti e, al tempo stesso, uniformare e rendere omogenee le modalità di compilazione e trattazione degli atti d'aggiornamento del CEU, nel rispetto delle disposizioni normative e di prassi vigenti.

 

Il testo è pubblicato sul sito intranet regionale: https://abruzzo.agenziaentrate.it

 

Cliccare sul seguente link per scaricare il Vademecum DOCFA: https://abruzzo.agenziaentrate.it/?id=4642 .

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

COVID-19 - Comunicazione

Prot. n.:375/2020 del 09.03.2020

       

 

OGGETTO:  COVID-19 - Comunicazione.

                                                                                                                                                                                                                                             

Nello spirito di collaborazione che ha sempre contraddistinto il geometra, si invitano gli iscritti, in questo momento di particolare emergenza nazionale, a rispettare i provvedimenti imposti dagli ultimi D.P.C.M., per cui si comunica che la Segreteria del Collegio fino al 3 aprile 2020, applicherà le seguenti disposizioni:

- gli orari di apertura al pubblico sono ridotti ai giorni martedì e giovedì dalle ore 10:00 alle ore 12:00  previo appuntamento;

- si invitano gli iscritti a prenotare l’appuntamento via telefonica o via e-mail;

- utilizzare i sistemi informatici della Segreteria per le informazioni e/o richieste di pratiche personali;

- sono sospese fino a data da destinarsi le attività di formazione organizzate dal Collegio.

Di seguito la comunicazione: " Covid-19 - Comunicazione ".

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

REGIONE ABRUZZO – GIUNTA REGIONALE: EMERGENZA COVID-19 – TRASMISSIONE ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N.2 DELL’8.03.2020

OGGETTO: Emergenza Covid-19 – DCM del 31.01.2020 – Trasmissione Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n.2 dell’8.03.2020 avente ad oggetto “Misure per il contrasto e il contenimento sul territorio regionale del diffondersi del virus COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art.32, comma 3, della Legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica”.

 

L’Ing. Silvio Liberatore della Regione Abruzzo Protezione Civile, Struttura di missione per il superamento emergenze di Protezione Civile Regionali (D.G.R. 125 del 04.03.2020) comunica con nota n.746 del 08.03.2020 quanto segue: “cliccare sul seguente link per scaricare l’allegato”.

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

REGIONE ABRUZZO – GIUNTA REGIONALE: EMERGENZA COVID-19 – COMUNICAZIONE.

OGGETTO: Emergenza Covid-19 – Comunicazione.

 

L’Ing. Silvio Liberatore della Regione Abruzzo Protezione Civile, Struttura di missione per il superamento emergenze di Protezione Civile Regionali (D.G.R. 125 del 04.03.2020) comunica con nota n.745 del 06.03.2020 quanto segue: “cliccare sul seguente link per scaricare l’allegato”.

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

AGENZIA ENTRATE – SINDROME COVID-19 MISURE DI PREVENZIONE, PROTEZIONE NEGLI UFFICI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE DELL’ABRUZZO

OGGETTO: Sindrome COVID-19 – Misure di prevenzione, protezione negli Uffici dell’Agenzia delle Entrate dell’Abruzzo - Comunicazione.

 

Il Direttore Regionale dell’Abruzzo dell’Agenzia delle Entrate, Margherita Maria Calabrò, comunica quanto in oggetto.

Cliccare sul seguente link per aprire la circolare: " Comunicazione del 06.03.2020 " .

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

AGENZIA ENTRATE – ATTIVITÀ DI RECUPERO DELLE DEFORMAZIONI DELLE MAPPE CATASTALI E COSTRUZIONE DELLE CONGRUENZE TOPOLOGICHE TRA MAPPE CONTIGUE

OGGETTOProgetti straordinari di cartografia – Attività di recupero delle informazioni delle mappe catastali e costruzione delle congruenze topologiche tra mappe contigue - Comunicazione.

 

Il Direttore dell’Ufficio della Direzione Provinciale di Teramo, Ufficio Provinciale-Territorio, Sergio Quieti, comunica quanto in oggetto.

Cliccare sul seguente link per aprire la circolare: “ Comunicazione del 05.03.2020 ” .

 

Cordiali saluti

La Segreteria del Collegio

ASSOCIAZIONE NAZIONALE DONNE GEOMETRA: CORONAVIRUS: ARRIVATO UN NUOVO DECRETO

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, è stato emanato il Nuovo Decreto del 4.3.2020.

Sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

a) sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità; è altresì differita a data successiva al termine di efficacia del presente decreto ogni altra attività convegnistica o congressuale;

b) sono sospese le manifestazioni e gli eventi di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro di cui all’allegato 1, lettera d);

c) sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle  sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d);

d) limitatamente al periodo intercorrente dal giorno successivo a quello di efficacia del presente decreto e fino al 15 marzo 2020, sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza; sono esclusi dalla sospensione i corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, nonché le attività delle scuole di formazione attivate presso i ministeri dell’interno e della difesa;

e) sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;

f) fermo restando quanto previsto dalla lettera d), la riammissione nei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia infettiva soggetta a notifica obbligatoria ai sensi del decreto del Ministro della sanità del 15 novembre 1990, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 6 dell’8 gennaio 1991, di durata superiore a cinque giorni, avviene dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti;

g) i dirigenti scolastici, sentito il collegio dei docenti, attivano, ove possibile e per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche nelle scuole, modalità di didattica a distanza avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità;

h) nelle Università e nelle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, per tutta la durata della sospensione, le attività didattiche o curriculari possono essere svolte, ove possibile, con modalità a distanza, individuate dalle medesime Università e Istituzioni, avuto particolare riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità; le Università e le Istituzioni, successivamente al ripristino dell’ordinaria funzionalità, assicurano, laddove ritenuto necessario ed in ogni caso individuandone le relative modalità, il recupero delle attività formative nonché di quelle curriculari ovvero di ogni altra prova o verifica, anche intermedia, che risultino funzionali al completamento del percorso didattico;

i) a beneficio degli studenti ai quali non è consentita, per le esigenze connesse all’emergenza sanitaria di cui al presente decreto, la partecipazione alle attività didattiche o curriculari delle Università e delle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, tali attività possono essere svolte, ove possibile, con modalità a distanza, individuate dalle medesime Università e Istituzioni, avuto anche riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità; le Università e le Istituzioni assicurano, laddove ritenuto necessario e in ogni caso individuandone le relative modalità, il recupero delle attività formative, nonché di quelle curriculari, ovvero di ogni altra prova o verifica, anche intermedia, che risultino funzionali al completamento del percorso didattico; le assenze maturate dagli studenti di cui alla presente lettera non sono computate ai fini della eventuale ammissione ad esami finali nonché ai fini delle relative valutazioni;

l) è fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto;

m) l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;

n) la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti; gli obblighi di informativa di cui all’articolo 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro;

o) con apposito provvedimento dirigenziale è disposta, in favore dei candidati che non hanno potuto sostenere le prove d’esame in ragione della sospensione di cui all’articolo 1, comma 1, lettera f) del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 febbraio 2020, la proroga dei termini previsti dagli articoli 121 e 122 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285;

p) tenuto conto delle indicazioni fornite dal Ministero della salute, d’intesa con il coordinatore degli interventi per il superamento dell’emergenza coronavirus, le articolazioni territoriali del Servizio sanitario nazionale assicurano al Ministero della giustizia idoneo supporto per il contenimento della diffusione del contagio del COVID-19, anche mediante adeguati presidi idonei a garantire, secondo i protocolli sanitari elaborati dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della salute, i nuovi ingressi negli istituti penitenziari e negli istituti penali per minorenni, con particolare riguardo ai soggetti provenienti dai comuni di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, sino al termine dello stato di emergenza.

Per altri 30 giorni, siamo chiamati ad un cambiamento dello stile di vita.

Fra le ultime indicazioni, anche quella di evitare monili mentre ci si lavano le mani, perché sono di ostacolo al corretto modo di farlo, e di evitare scambi di bottiglie e bicchieri, in particolare durante le attività sportive. Si raccomanda poi ai Comuni e alle associazioni di offrire attività ricreative individuali, magari da svolgere all'aperto.
Le persone che hanno oltre 75 anni e quelle che ne hanno più di 65 e sono ammalate sono invitate a non frequentare luoghi affollati.
Viene inoltre raccomandato a tutti di evitare, quando possibile, abbracci, baci e strette di mano, e di mantenere la distanza di un metro dalle altre person
e. 

Ciascuno di noi è chiamato a partecipare con responsabilità all’applicazione delle indicazioni impartite, per contenere la diffusione del virus.

Di seguito copia del Decreto: “ cliccare qui per scaricarlo ” .

Di seguito i suggerimenti utili per lavorare in sicurezza: “ cliccare qui per scaricare il file ” .

 

Cordiali saluti

La segreteria

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Navigando il sito acconsenti all'utilizzo dei cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.