CASSA NAZIONALE GEOMETRI: Avvio attività vigilanza atti professionali

Cassa Geometri: Circolare n.695252-SDG del 10.10.2016 inerente l’avvio dell’attività di vigilanza relativa al compimento degli atti professionali

A seguito dell’acquisizione della fornitura aggiornata dei dati relativi al compimento di atti professionali, la Cassa ha dato avvio alla nuova fase dell’attività di vigilanza nei confronti degli iscritti al solo Albo professionale.

La fornitura messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate riguarda gli atti catastali (Doc.fa e Pre.geo) compiuti negli atti 2014 e 2015 e le pratiche edilizie compiute nel periodo 2009-2014 (a dicembre 2015 era stata già anticipata la fornitura degli atti compiuti nel 2009).

E’ in corso di spedizione dalla Cassa Geometri una comunicazione agli interessati [tramite PEC (posta elettronica certificata) e raccomandata a.r.], con le necessarie indicazioni e con allegato un prospetto riepilogativo degli atti professionali compiuti ed i relativi riferimenti.

L’iscrizione alla Cassa geometri verrà disposta dal primo giorno dell’anno di compimento dell’atto più risalente e a cominciare da metà novembre prossimo gli interessati potranno regolarizzare, anche in forma rateizzata, la loro posizione tramite il servizio all’interno dell’area riservata della Cassa stessa: “Portale dei pagamenti”, versando la contribuzione dovuta con relativi interessi e sanzioni per tardivo pagamento nella misura del 10%.

Agli interessati sarà consentito di effettuare – ora per allora – l’autocertificazione di non esercizio della professione per le annualità per le quali non sono stati compiuti atti professionali.

L’autocertificazione da inviare entro venerdì 28 ottobre 2016 potrà essere resa anche per il 2016 in assenza di compimento di atti professionali. In mancanza dell’autocertificazione l’iscrizione opererà continuativamente.

Si precisa fin da ora che non può essere considerata causa di esclusione dall’iscrizione la circostanza che gli atti professionali:

- siano stati compiuti a titolo gratuito;

- siano stati compiuti a titolo personale;

- siano stati compiuti in favore di familiari, parenti e amici;

- siano stati compiuti in numero esiguo;

- siano stati compiuti in nome e per conto del datore di lavoro nell’ambito di un rapporto di dipendenza privato; in tali ipotesi, in presenza di esercizio di attività professionale seppure per il proprio datore di lavoro, sorge l’obbligo iscrittivo alla Cassa in quanto quello che rileva ai fini dell’iscrizione obbligatoria è l’esercizio della professione e il dipendente privato ha gli stessi identici obblighi del libero professionista.

Qualora gli atti siano compiuti nell’ambito di un rapporto di dipendenza pubblica w su beni della Pubblica Amministrazione, l’interessato dovrà inviare sempre entro verdì 28 ottobre prossimo una dichiarazione a firma del Dirigente che attesti che l’attività è stata effettuata per l’Ente.

Analogamente dovrà essere segnalata alla Cassa la circostanza che gli atti professionali siano stati compiuti in costanza di iscrizione ad altra Cassa professionale tecnica, fornendo un certificato di iscrizione.

Le informazioni sull’attività di vigilanza sono disponibili sul sito della Cassa Geometri nella sezione Guide – Vigilanza: http://www.geometrinrete.it/it/cassa/guide/vigilanza .

 

 

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Navigando il sito acconsenti all'utilizzo dei cookie in accordo alla nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.